innergy

Il corpo e i canali dove scorre l’energia

Il funzionamento del corpo è legato alle abitudini, alle credenze e agli atteggiamenti dell’individuo che lo porteranno ad esprimersi in modo personale. All’interno del corpo troviamo delle parti più piccole, denominate organi (cuore, polmoni, stomaco, fegato, ecc…), ognuna delle quali ha delle funzioni ben precise e, a loro volta, sono composte da ulteriori parti più piccole chiamate cellule, anche loro suddivise in base alle loro caratteristiche. Il buon funzionamento di queste parti, dalla più grande alla più piccola senza distinzione alcuna, è essenziale per una buona salute psico-fisica. Ovviamente il nostro corpo non è composto unicamente da organi e cellule, ma, per fare un esempio molto semplice, se questi per un motivo o per l’altro non svolgono il loro ruolo correttamente, l’intero organismo non funziona più come dovrebbe creandoci disagi, dolori e/o malattie.

Imparare il funzionamento dei propri organi è fondamentale per la nostra esperienza di vita, ma, soprattutto, è necessario conoscere la fisiologia energetica degli organi che sono fortemente interdipendenti da ciò che pensiamo, facciamo, mangiamo, ecc… cioè dalle emozioni che viviamo e manifestiamo.

Anche gli antichi orientali avevano compreso che tutto l’universo è energia e utilizzavano nomi diversi per indicarla: in Cina QI o Chi, in Giappone KI e in India Prana. Questa energia pervade l’universo e assume le forme più disparate in funzione della prevalenza di Yin o Yang.
Ogni essere umano, per vivere, ha bisogno di energia. Alla nascita ne dispone già di una certa quantità e per mantenerla e/o migliorarla deve procurarsela con i propri mezzi: una buona respirazione, il giusto nutrimento, un pensiero chiaro e pulito e una discreta attività fisica gli doneranno una buona forza vitale.

Secondo la medicina tradizionale cinese l’uomo assume l’energia attraverso una vita sana ed equilibrata. L’energia raggiunge gli organi interni rendendoli vitali, ma, per essere in perfetta salute, ogni organo o viscere deve riceverne la giusta quantità. Se nell’organo vi è un eccesso o un deficit di energia si produrrà uno squilibrio che andrà a turbare il benessere dell’organismo.

Al nostro interno l’energia segue delle vie preferenziali chiamate meridiani i quali scorrono in tutto il corpo. Possono essere considerarati come dei canali dove fluisce la forza vitale necessaria alla vita. Ogni meridiano corrisponde ad un organo o ad un viscere: troveremo così il meridiano del polmone, dell’intestino crasso, della vescica, del rene, del fegato, ecc… In definitiva, il loro compito è di fornire l’energia interiore o forza vitale utile all’organismo.

All’interno del corpo l’energia scorre in ognuno di questo organi seguendo il ciclo circadiano dove tutto è collegato e in equilibrio. Quando questo equilibrio, per i più svariati motivi, viene a mancare, possono crearsi distorsioni e false interpretazioni della realtà, rischiando di infilarci in un loop di credenze, abitudini e atteggiamenti dal quale se ne uscirà solo attraverso l’esperienza che porterà alla conoscenza e a una maggior consapevolezza.


Scritto da Roberto Calaon